Cenni storici

Teglio una cittÓ ricca di storia

Teglio vanta un illustre passato le cui prime tracce risalgono al III° millennio a.C. ed all'epoca romana. In epoca medievale il borgo, sotto la giurisdizione dell'Arcivescovo di Milano, assunse i tipici connotati di un feudo, come documentato dagli Statuti tellini attestante la duplice fisionomia giuridica del territorio, denominato Castellanza e Comune. Il XVI secolo è caratterizzato dal dominio dei Grigioni e dalla distruzione della Castellanza, con la cessione dei beni e diritti territoriali dall'Arcivescovo di Milano ad Andrea Guicciardi ed ai Besta, iniziando così l'era delle famiglie locali. Rappresentative sono le testimonianze storiche di uno sviluppo politico-sociale ecclesiastico e nobiliare.

Tra gli innumerevoli luoghi ed edifici degni di nota e prestigio si ricordano alcune pietre miliari:
Palazzo Besta, fiore all'occhiello dell'architettura nobiliare tellina ma anche valtellinese, antica dimora del 500 di stile rinascimentale, con annesso il museo archeologico Antiquarium Tellinum;
la medievale torre "de li belli miri", simbolo del paese, situata sul dosso a sud della città in posizione dominante sulla Valtellina;
la chiesa parrocchiale di S. Eufemia di Teglio risalente al XV secolo, con gli Oratori dei Bianchi e dei Neri, caratterizzata da una sovrapposizione di stili, dal romantico al gotico, al barocco;
il Palazzo Cattani-Morelli (XVII secolo); il Palazzo Comunale; il Palazzo Reghenzani-Cuco' (fine XV secolo inizio XVI secolo); la chiesetta romanica di S. Pietro (X-XI secolo); i Palazzi Cima-Juvalta (XV-XVI secolo); Casa Ongania-Botterini (XV-XVI secolo).

Recapiti e contatti
Piazza S. Eufemia n. 7 - 23036 Teglio (Sondrio)
PEC protocollo.teglio@cert.provincia.so.it
Email info@comune.teglio.so.it
Recapiti telefonici centralino
Tel. 0342-789.011 Fax 0342-789.090
P.IVA 00114190143
Codice Fiscale 83000770145
Codice univoco fatturazione elettronica: UFHOYD
Informazioni privacy e note legali